Tag Archives: latte di mandorla

Cialde di cioccolato e riso soffiato con crema di mandorle e mandarino alla rosa

~ Scroll down for the English version! ~

Il Natale si sta avvicinando rapidamente e da qualche giorno sto meditando su cosa si potrebbe servire come dessert. Notoriamente è un periodo di grandi abbuffate e pietanze non propriamente leggere, perciò sto cercando di sforzarmi il più possibile per andare controtendenza e venirne a capo con qualcosa di più sobrio.

La ricetta che propongo oggi è frutto dell’esperienza magistrale di Simone Salvini; dal mio canto, dopo un primo tentativo seguendo alla lettera le istruzioni della sua ricetta, mi sono permesso di rivisitarla leggermente in un paio di punti.

Ingredienti (per 4 persone):

Per le cialde:

  • 200 g di cioccolato fondente
  • 50 ml di latte di riso
  • 20 g di riso soffiato
  • semi di finocchio q.b.

Per la crema di mandorle:

  • 100 g di mandorle pelate
  • 50 g di latte di mandorle non zuccherato
  • 20 g di zucchero di canna
  • 10 g di olio EVO delicato (del Garda)
  • 5 g di scorza di limone

Per il mandarino alla rosa:

  • 3 mandarini
  • essenza di rosa per uso alimentare

Procedimento:

  1. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria aggiungendo il latte di riso, quindi mescolatelo con il riso soffiato e un pizzico di semi di finocchio.
  2. Una volta sciolto, stendete il cioccolato arricchito su un foglio di carta da forno, posizionatevi sopra un ulteriore foglio e con un matterello create una sfoglia spessa quanto i chicchi di riso soffiato. Lasciate leggermente raffreddare a temperatura ambiente e trasferite infine in frigorifero per una trentina di minuti.
  3. Nel bicchiere del frullatore a immersione riunite le mandorle sminuzzate, lo zucchero e la scorza di limone tritata. Lavorate a secco per alcuni secondi, quindi incorporate gradualmente il latte di mandorle e l’olio fino a ottenere una crema montata. Mettete da parte.
  4. Pelate al vivo i mandarini ricavandone degli spicchi, poi conditeli con qualche goccia di essenza di rose e lasciateli insaporire per almeno 5 minuti.
  5. A questo punto potete servire il dessert: riprendete dal frigorifero la sfoglia di cioccolato e spezzatela con le mani in modo da ottenere dei pezzi irregolari, quindi alternateli a vostro piacimento con delle quenelle di crema di mandorle e qualche spicchio di mandarino.

Dark chocolate and puffed rice bits with almond purée and rose-scented tangerines

Ingredients (4 servings):

For the bits:

  • 200 g dark chocolate
  • 50 ml rice milk
  • 20 g puffed rice
  • fennel seeds, as needed

For the almond purée:

  • 100 g peeled almonds
  • 50 g almond milk, unsweetened
  • 20 g cane sugar
  • 10 g mild extra-virgin olive oil
  • 5 g lemon zest

For the rose-scented tangerines:

  • 3 tangerines
  • edible rose essence, to taste

Directions:

  1. Melt the chocolate into a bain-marie together with the rice milk, then add the puffed rice and a pinch of fennel seeds. Keep stirring until completely blended.
  2. Once ready, lay down the mixture on a sheet of parchment paper and cover it with another sheet before using a rolling pin to even it out. The should be as thick as the puffed rice grains. Let it slightly cool at room temperature before transferring it into the fridge for about 30 minutes.
  3. Take a suitable container and use a handblender to blend the chopped almonds, the sugar and the minced lemon zest. After a few seconds stard adding the almond milk and the olive oil: proceed gradually until you get a sort of whipped cream. Set aside.
  4. Supreme the tangerines and obtain their segments, then season them with some drops of rose essence and let them deepen for at least 5 minutes.
  5. Now you can serve your dessert: take back the chocolate and puffed rice sheet from the fridge and use your bare hands to reduce it into irregular bits. Alternate them with some almond purée quenelles and some rose-scented tangerine wedges.

Parfait di ciliegie, ribes rossi e more con semi di chia e granola

~ Scroll down for the English version! ~

L’estate è una miniera di freschezza quando si parla di frutti di bosco e piccoli frutti in generale. Se normalmente diffido dall’acquistarne in periodi sospetti, nei mesi centrali dell’anno il mio sesto senso mi porta a farne incetta senza troppi pensieri.

Qualche giorno fa ho trovato delle more e delle ciliegie biologiche ad un prezzo davvero vantaggioso e non ci ho pensato due volte: sono tornato a casa con un bel bottino, arricchito da una piccola confezione di ribes rossi – che per inciso apprezzo tantissimo per la loro acidità. L’idea di farne un dessert gustoso e rigenerante mi è balenata nella mente quando ho aperto il frigorifero e mi sono ricordato di quei due vasetti di yogurt di mandorla sotterrati dietro a montagne di bottiglie d’acqua.

Ingredienti (per 6 persone):

  • 400 ml. di bevanda di mandorla
  • 250 g. di yogurt bianco base mandorla
  • 150 g. di ciliegie + alcune per guarnire
  • 100 g. di more + alcune per guarnire
  • 100 g. di ribes rossi + alcuni per guarnire
  • 60 g. di semi di chia
  • 2 cucchiaini di agar agar in polvere
  • 6 cucchiai di granola vegana
  • 1 cucchiaio di zucchero mascobado
  • foglie di menta per guarnire

Procedimento:

  1. In un contenitore trasferite i semi di chia, la bevanda di mandorla e lo zucchero. Mescolate per un paio di minuti, quindi coprite con della pellicola e mettete da parte per almeno 3 ore o fino a che la consistenza del composto non sarà diventata gelatinosa.
  2. Prendete un contenitore dai bordi alti e trasferite al suo interno le ciliegie denocciolate, le more, i ribes, lo yogurt e l’agar agar. Con l’aiuto di un frullatore a immersione riducete il tutto a una purea, quindi versatela in un pentolino e portate a bollore a fiamma bassa. Fate sobbollire per un paio di minuti, quindi spegnete e mettete da parte fino a che non si sia raffreddato e anch’esso abbia raggiunto una consistenza gelatinosa.
  3. Componete ora i vostri bicchierini: versate sul fondo uno strato di purea, quindi versate uno strato di budino di semi di chia spesso il doppio e terminate con uno strato sottilissimo di purea. Seguite lo stesso procedimento per tutti i bicchierini fino ad esaurimento degli ingredienti, copriteli tutti con della pellicola e mettete in frigo per almeno una mezz’ora.
  4. Al momento di servire terminate ogni bicchierino con un cucchiaio di granola, un paio di ciliegie, un paio di more e un rametto di ribes. Guarnite con una fogliolina o due di menta e gustatevi questa delizia!

Cherry, redcurrant and blackberry parfait with chia seeds and granola

Ingredients (6 servings):

  • 400 ml. almond drink
  • 250 g. almond yoghurt
  • 150 g. cherries + some to garnish
  • 100 g. di blackberries + some to garnish
  • 100 g. redcurrants + some to garnish
  • 60 g. chia seeds
  • 2 tsp agar agar powder
  • 6 tbsp vegan granola
  • 1 tbsp mascobado sugar
  • mint leaves to garnish

Directions:

  1. Transfer the chia seeds, the almond drink and the sugar into a container, then mix for a couple of minutes, cover with some cling film and set aside for at least 3 hours or until the mixture is jellyish.
  2. Take a tall container and put in the pitted cherries, the blackberries, the redcurrants, the yoghurt and the agar agar powder. Use a hand blender to reduce it all to a purée, then transfer it into a small pot and bring it to the boil over low heat. Let it simmer for a couple of minutes, then switch off the heat and set aside until cooled down and jellyish.
  3. Now it’s time to compose your parfaits: pour a layer of purée on the bottom of one glass, then top it with a layer of chia seeds pudding (twice as thick) and finish with another thin layer of purée. Follow the same procedure until you run out of ingredients. Cover the parfaits with cling film and set them into the fridge for at least half an hour.
  4. When you’re ready to serve, complement each parfait with a tablespoon of granola, a couple of cherries, a couple of blackberries and a redcurrant sprig. Garnish with one or two mint leaves and enjoy!

Pancake alla banana con salsa di caramello alla cannella e arachidi tostate

~ Scroll down for the English version! ~

Per quanto io tenda a variare ogni giorno, le mie colazioni sono molto spesso affidate a biscotti, cereali o fette biscottate e confettura, cui si aggiungono spesso un frutto, del succo e una dose moderata di bevanda vegetale (magari con dell’orzo solubile). Ieri sera però ho deciso che stamattina avrei soddisfatto il mio palato con qualcosa di diverso: pancake!

La ricetta è davvero molto semplice, basta solo avere l’accortezza di preparare il composto con un buon anticipo, per consentire agli agenti lievitanti di fare il loro corso e ai sapori di amalgamarsi.

Ingredienti (per 10 pancake):

  • 3 banane mature
  • 300 ml. di bevanda di mandorla
  • 250 g. di farina di farro
  • 120 ml. di panna di soia
  • 100 g. di zucchero mascobado
  • 100 g. di arachidi, non salate
  • 4 cucchiai di malto di riso/orzo
  • 8 g. di cremor tartaro
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • olio di semi q.b.

Procedimento:

  1. Preparate in anticipo l’impasto per i pancake: in una terrina unite la farina setacciata, i semi della bacca di vaniglia, il cremor tartaro, il bicarbonato e il sale. Unite il malto e mescolate bene versando a filo la bevanda di mandorla fino a creare un composto omogeneo.
  2. Spezzettate grossolanamente due banane e unitele al composto, quindi frullate il tutto con l’aiuto di una frusta elettrica o meglio ancora di un frullatore a immersione. Tagliate infine l’ultima banana a fettine sottili e unite anch’essa al composto. Mescolate delicatamente e trasferite la ciotola coperta in frigorifero per l’intera notte.
  3. In un padellino fate tostare le arachidi senza aggiungere grassi, quindi mettetele da parte.
  4. In un pentolino fate invece sciogliere a fiamma dolce lo zucchero insieme alla cannella fino a che non sia caramellato. Unite a questo punto la panna di soia e mescolate, sempre a fiamma dolce, in modo da amalgamare il tutto. Spegnete la fiamma e mettete anch’esso da parte.
  5. Prendete una padella non troppo ampia e fate scaldare pochissimo olio prima di versarvi un paio di cucchiai di composto. Cuocete bene da entrambi i lati fino a far formare la caratteristica doratura, quindi trasferite in un contenitore coperto dove tenere il pancake al caldo (se preferite, anche in forno preriscaldato a 80°C). Continuate fino ad esaurimento del composto.
  6. Servite i vostri pancake caldi irrorandoli con la salsa e qualche arachide tostata. Con un bel bicchiere di succo d’arancia e un frutto saranno di sicuro un bell’inizio di giornata!

Banana pancakes with cinnamon-scented caramel sauce and pan-toasted peanuts

Ingredients (serves 10 pancakes):

  • 3 ripe bananas
  • 300 ml. almond drink
  • 250 g. spelt flour
  • 120 ml. soy cream
  • 100 g. muscovado sugar
  • 100 g. cashew nuts, unsalted
  • 4 tbsp rice/barley malt syrup
  • 8 g. cream of tartar
  • 1 pinch powdered cinnamon
  • 1 vanilla pod
  • 1 pinch baking soda
  • 1 pinch salt
  • seed oil, as needed

Directions:

  1. Prepare your pancake mixture in advance: take a bowl and put togheter the sifted flour, the vanilla seeds, the cream of tartar, the baking soda and the pinch of salt. Add the malt syrup and mix carefully while drizzling the almond drink until smooth.
  2. Coarsely chop two bananas and add them to the mixture, then use an electric whisk or a hand blender to mix it all. Eventually cut the last banana into thin rounds and add them to the mixture as well. Mix softly and transfer the covered bowl into the fridge. Leave it there overnight.
  3. Pan-toast the peanuts with no fats, then set them aside.
  4. Take a small pot and melt the sugar over low heat togheter with the cinnamon until caramelised. Now add the soy cream and stir to combine. Switch off the heat and set the caramel sauce aside as well.
  5. Heat some seed oil into an average pan before pouring two tablespoons of pancake mixture. Cook until one side is golden-brown, then flip the pancake and do the same on the other side. Transfer the pancake into a covered container (or into the oven, preheated to 80°C) to keep it warm. Do the same with the rest of the mixture until you run out of it.
  6. Serve your pancakes warm and top them with some caramel sauce and some pan-toasted peanuts. Enjoy them with a glass of orange juice and random fruit: that’ll be a gorgeous start for your day!
Mangia la foglia!

Storie di sapori e sapere Veg

Gastrosofia VeG

Nutrirsi di vita