Tag Archives: prezzemolo

Stufato di tofu al curry

~ Scroll down for the English version! ~

Dopo aver fatto un bel po’ a pugni con l’assenza di tempo che da ottobre scorso mi rendeva impossibile continuare a frequentare la palestra, a febbraio di quest’anno avevo deciso di inserirla in ogni caso nei pochissimi ritagli a mia disposizione. Lo avvertivo come un’esigenza, come un passo in più per volermi bene e per acquisire una dose di autostima – che in generale male non fa. Ma poi è stata la volta del Coronavirus e tutte le belle intenzioni si sono chiuse in se stesse al pari di tutte le palestre d’Italia.

Complici il repentino fermo lavorativo, la noia della reclusione forzata e il fantasma dei chili di troppo che imperava tra i vari esperimenti culinari, a fine marzo ho ben pensato di arrangiarmi coi miei mezzi e di ridarci dentro a casa, nell’intimità della mia lavanderia. 

A livello di alimentazione il tutto si traduce pressoché in una cosa sola per quanto mi riguarda: incrementare l’apporto di proteine. Anche in questo caso me lo sono autoimposto, altrimenti lo sviluppo muscolare che tanto anelo se ne va a ortiche.

Tanto per cominciare, quindi, mi sono dato al tofu. Ho trovato una ricetta di Davide Larise che mi ha particolarmente intrigato e, complice la presenza di un bel panetto in frigo, non ho perso altro tempo prima di sperimentarla.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 300 g. di tofu al naturale
  • 300 g. di patatine novelle
  • 300 ml. di acqua
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota grande
  • 1 cipollotto
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • 2 cucchiai di curry
  • prezzemolo q.b.
  • erba cipollina q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

  1. Sbucciate le patate e cuocetele al vapore fino a che non siano tenere, ma non sfatte. Nel frattempo, portate a bollore l’acqua.
  2. In una pentola tostate il curry con un cucchiaio di olio, quindi aggiungete l’acqua insieme a 1/3 delle patate. Con un frullatore a immersione riducete il tutto a una purea, aggiungendo eventualmente qualche cucchiaio d’acqua nel caso in cui dovesse essere troppo densa. Salate, pepate e mettete da parte.
  3. Affettate a rondelle di circa mezzo centimetro la carota e il cipollotto, tagliate a tocchetti discreti il sedano e saltateli in padella con due cucchiai di olio per circa 5 minuti. Devono rimanere ben croccanti. Rimuoveteli dalla padella e metteteli da parte.
  4. Tagliate a cubotti il tofu e fatelo dorare su tutti i lati nella padella che avete usato per gli ortaggi. Ci vorranno circa 5 minuti.
  5. Trasferite il tofu nella pentola con la crema al curry, unite prezzemolo tritato ed erba cipollina a piacere e fate cuocere per 5 minuti tenendo mescolato. Aggiungete infine tutti gli ortaggi, patate comprese, e fate solo insaporire per qualche minuto.
  6. Al momento di servire, distribuite lo stufato caldo nei piatti decorando con dell’altro prezzemolo e qualche stelo di erba cipollina.

Curried tofu stew

Ingredients (4 servings):

  • 300 g. plain tofu
  • 300 g. new potatoes
  • 300 ml. water
  • 1 celery stalk
  • 1 big carrot
  • 1 spring onion
  • 3 tbsp extra-virgin olive oil
  • 2 tbsp curry
  • parsley, as needed
  • chives, as needed
  • salt & pepper, to taste

Directions:

  1. Peel and steam the potatoes until soft but not overcooked. In the meantime, bring the water to the boil.
  2. Take a pot and toast the curry in it with one tablespoon of olive oil, then add the water and 1/3 of the potatoes. Use a hand blender to reduce it all to a purée; add some tablespoons of water in case it’s too thick. Season with salt and pepper and set aside.
  3. Cut the carrot and the spring onion into about half a cm rounds, averagely chop the celery and sauté them for about 5 minutes into a pan together with two tablespoons of olive oil. Be sure to keep them crunchy. Remove them from the pan and set aside.
  4. Dice the tofu and brown it off on all sides using the pan you cooked the vegetables in. It will take 5 minutes.
  5. Transfer the tofu into the pot with the curried purée, add some minced parsley and chives to your liking and cook for 5 minutes while stirring. Eventually add all the vegetables and let them deepen their flavour for some minutes.
  6. When it’s ready, serve the hot stew into the dishes and garnish with some more parsley and some chives stems.

Carpaccio di rapa e finocchio con granella di pistacchi e vinaigrette al pompelmo rosa

~ Scroll down for the English version! ~

Finalmente con la primavera si può iniziare a osare con i primi piatti freschi, quelli che non necessitano delle lunghe cotture a cui ci siamo abituati durante l’inverno. Piatti leggeri, di facile realizzazione, ma sempre efficaci e gustosi nella loro semplicità.

Quella che vi presento oggi è un’idea alternativa al consueto pinzimonio che può essere sfruttata a sua volta per picnic o pranzi all’aperto – magari in tempi migliori, chiaro. Il tocco della vinaigrette al pompelmo rosa è qualcosa di eccezionale, garantito. Il mio consiglio è quello di preparare tutto anzitempo, in modo da permettere ai vari sapori di amalgamarsi e di ottenere un risultato migliore!

Ingredienti (per 4 persone):

  • 4 piccole rape bianche
  • 2 finocchi
  • 1 pompelmo rosa
  • 10 g. di pistacchi tostati e salati
  • 3 rametti di prezzemolo
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

  1. Sbucciate le rape e sbollentatele per 2/3 minuti, quindi estraetele e fatele raffreddare.
  2. Nel frattempo mondate e lavate i finocchi tenendo da parte la barbetta e con una mandolina cercate di ricavarne delle fette piuttosto sottili. Quando saranno fredde, affettate con la mandolina anche le rape. Mettete da parte.
  3. Passando ora alla vinaigrette, spremete il pompelmo rosa per ottenerne il succo e trasferitelo in una ciotola. Aggiungete l’olio, l’aceto, il sale e il pepe e mescolate per bene fino ad ottenere un’emulsione equilibrata. Mettete da parte.
  4. Prendete infine i pistacchi e il prezzemolo: tritate i primi fino a ottenere una granella piuttosto fine, mentre con le foglie del secondo ricavate un trito fine.
  5. A questo punto siete pronti per impiattare: alternate le fette di rapa e di finocchio nel piatto, quindi spolverizzatevi sopra la granella di pistacchi e il prezzemolo tritato prima di concludere con un filo generoso di vinaigrette al pompelmo rosa. Guarnite con le barbette del finocchio e, se vi aggrada, con qualche pistacchio intero.

White turnip and fennel carpaccio with pistachio crumble and pink grapefruit vinaigrette

Ingredients (4 servings):

  • 4 small white turnips
  • 2 fennels
  • 1 pink grapefruit
  • 10 g. pistachios, salted and roasted
  • 3 sprigs parsley
  • 4 tbsp extra-virgin olive oil
  • 1 tsp apple vinegar
  • salt & pepper, to taste

Directions:

  1. Peel the turnips and blanch them for 2/3 minutes, then take them out and let cool.
  2. Meanwhile, clean and wash the fennels (don’t throw the leaves away!) and try to obtain pretty thin slices using a mandoline. When the turnips are cool, do the same. Set aside.
  3. Moving to the vinaigrette, squeeze the juice out of the grapfruit and transfer it into a bowl. Add the olive oil, the vinegar, some salt and some freshly ground pepper and mix carefully to obtain a balanced emulsion. Set aside.
  4. Finally take the pistachios and chop them until you get some sort of crumble, then mince the parsley leaves pretty finely.
  5. Now you’re ready to shape your dish: alternate the turnip slices with the fennel slices, then sprinkle some chopped pistachios on them and do the same with the minced parsley. Finish with a generous drizzle of pink grapefruit vinaigrette. Garnish with the fennel leaves and possibly some unshelled pistachios.

Pappardelle con radicchio tardivo, porro croccante e noci

~ Scroll down for the English version! ~

Il radicchio rosso tardivo di Treviso è famoso in tutto il mondo per la sua prelibatezza e per quel gradevole gusto amarognolo che non risulta tuttavia invadente, a differenza di altre tipologie di radicchio decisamente più ostiche per i palati che non amano particolarmente questo tipo di sapore.

Dal mio canto, ho sempre apprezzato il gusto amaro, soprattutto se fa da contrasto al dolce; in questa ricetta ho cercato di unire l’amara morbidezza del radicchio alla croccante dolcezza del porro, coronando il tutto con il gusto più legnoso delle noci.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 400 g. di pappardelle
  • 400 g. di radicchio rosso tardivo (circa 3 cespi)
  • 1 porro piccolo
  • 2 scalogni
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 1 manciata di pangrattato
  • 50 g. di gherigli di noce
  • sale e pepe q.b.
  • prezzemolo tritato q.b.

Procedimento:

  1. Mondate, lavate e tagliate a rondelle il porro, quindi trasferite le rondelle su una placca rivestita con carta da forno, irrorate con olio e spolverizzate con pangrattato. Infornate per 5 minuti a 180°C ventilato. Estraete le rondelle di porro e mettetele da parte.
  2. Sminuzzate gli scalogni mondati e fateli saltare in padella con 3 cucchiai di olio fino a che non inizino a prendere colore. Aggiungete un mestolino d’acqua calda e mettete il coperchio.
  3. Mondate, lavate e sfogliate i cespi di radicchio, quindi aggiungete il tutto in padella. Salate e pepate a piacere, mescolate e fate cuocere a fiamma bassa sempre col coperchio. Quando il radicchio sarà ben appassito, regolate eventualmente di sale, spegnete e mettete da parte.
  4. Fate cuocere la pasta fino a che non sia molto al dente, quindi scolatela e unitela alla padella con un bicchiere di acqua di cottura. Mentre termina la cottura, tritate le noci e fatele tostare appena.
  5. Quando la pasta sarà pronta, servitela con una spolverata di noci tritate, qualche rondella di porro croccante e una generosa manciata di prezzemolo tritato

Pappardelle with late red radicchio, nuts and crispy leak

Ingredients (serves 4):

  • 400 g. pappardelle pasta
  • 400 g. late red radicchio (about 3 heads)
  • 1 small leak
  • 2 shallots
  • 4 tbsp extra-virgin olive oil
  • 1 handful breadcrumbs
  • fine salt and ground pepper, to taste
  • minced parsley, to taste

Directions:

  1. Clean, wash and cut the leak into thin rounds, then transfer them onto a tin lined with parchment paper. Drizzle some olive oil, sprinkle some breadcrumbs. Fan bake for 5 minutes at 180°C, then take them out and set them aside.
  2. Chop and sauté the cleaned shallots into a pan with 3 tablespoons of olive oil until golden-brown. Add a small ladle of hot water and cover with a lid.
  3. Clean, wash and tear the leaves off the radicchio heads, then add them to the pan. Season with salt and pepper, stir and cook over low heat with the lid on. When the radicchio is pretty soft, season with more salt if it’s the case, then switch it off and set aside.
  4. Boil the pasta until very “al dente”, then drain it and add it to the pan with a glass of its cooking water. While it finishes cooking, mince the nuts and pan-toast them slightly.
  5. Once the pasta is ready, serve it with a sprinkle of nut pieces, some crispy leak rounds and a nice amount of minced parsley.
Mangia la foglia!

Storie di sapori e sapere Veg

Gastrosofia VeG

Nutrirsi di vita